PRIMA RATA IMU ABOLITA PER IL SETTORE TURISTICO

Una buona notizia per i proprietari di immobili del settore Turistico.

Salta l’appuntamento alla cassa per la prima rata dell’IMU 2020 sugli immobili del settore turistico. In ragione dell’emergenza da Covid 19, il decreto Rilancio ha cancellato l’acconto IMU 2020, in scadenza al 16 giugno, per gli immobili adibiti a stabilimenti balneari marittimi, lacuali e fluviali, nonché per gli immobili degli stabilimenti termali. L’agevolazione riguarda anche gli immobili rientranti nella categoria catastale D/2 e gli immobili degli agriturismo, di villaggi turistici, ostelli della gioventù, rifugi di montagna, colonie marine e montane, affittacamere, case e appartamenti per vacanze, B&B, residence e campeggi. A condizione, però, che i proprietari siano anche gestori delle attività ivi esercitate. I beneficiari saranno tenuti, per quest’anno, a versare solo la seconda rata.